Nicola Lofoco

Il giornalista può essere fazioso, il giornalismo non lo è mai

La bufala della foto di McCain e Al Baghdadi e la disinformazione dilagante

 

di Nicola Lofoco

E’ da parecchio tempo che circola in rete una fotografia che rappresenta il senatore americano John McCain insieme ad alcuni uomini appartenenti al cosiddetto “ Esercito libero siriano”. Che si tratti di persone legate all’ Esl è fuori discussione, non solo per la chiara presenza nella foto della “bandiera ribelle” identica a quella della Siria prima della salita al potere del partito Baath ma anche perché gli Stati Uniti non hanno mai fatto mistero di aver foraggiato ed appoggiato la ribellione siriana.

L’ Esercito Libero Siriano è composto da circa 600 brigate, ognuna delle quali risponde a logiche diverse. Vi sono infatti quelle prettamente composte da siriani disertori dell’ esercito di Assad ma ne esistono anche altre composte da foreign fighters che rispondono alle logiche di Stati stranieri che hanno forti interessi geopolitici nella nazione come Usa, Arabia Saudita, Turchia , Qatar.

E tra di loro vi sono anche brigate legate al radicalismo islamico, sulla cui presenza hanno tutti chiuso gli occhi pur di sbarazzarsi del regime di Bashar Assad. Detto questo dobbiamo chiarire che sia l’Isis quanto la brigata Al Nusra , costola di Al Qaeda, non fanno parte dell’ Esercito libero siriano, ma agiscono dietro logiche politiche proprie oltre che ad essere anch’ esse supportate da Stati stranieri. In quella foto viene data per certa la presenza di Ibrahim Al Badri, detto Abu Bakr al Baghdati, seduto di fronte al senatore McCain ( foto in alto). L’ uomo però non è affatto Al Baghdadi, ma Amed Ayyad , ufficiale dell’ Esercito Libero Siriano. Ecco la sua foto:

Ricordiamo che di Al Bagdadi abbiamo solo un filmato che lo ritrae in una moschea risalente al 2014, e poi solo una foto segnaletica diffusa dalle autorità americane:

                                       

Tutte le altre foto in rete del terrorista iracheno sono totalmente false, comprese anche quelle di alcuni cadaveri che sono a  lui associate. Che vi siano delle grandi e grossolane responsabilità sia degli Usa quanto dell’ Occidente su quanto sta avvenendo in Siria è fuori discussione, ma l’informazione deve essere sempre essere corretta e verificata. Altrimenti ci dovremmo abituare a vivere nelle menzogne e nelle bugie. Oltre che nelle bufale.

In questa foto il viso dell' uomo è ancora più chiaro. Non si tratta di Abu Bakr Al Baghdadi 

 

You are here Rassegna Stampa La bufala della foto di McCain e Al Baghdadi e la disinformazione dilagante